• I rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo devono essere smaltiti mediante termodistruzione in impianti autorizzati ai sensi del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 soprattutto in un periodo come questo dove è presente il COVID. 

La raccolta dei rifiuti prodotti  deve essere affidata obbligatoriamente ad una ditta iscritta all’Albo nazionale delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti. Responsabilità del produttore del rifiuto è quella di verificare la validità delle autorizzazioni del soggetto a cui ha affidato l’incarico di raccolta dei rifiuti prodotti.

Durante il trasporto verso lo smaltimento finale, i rifiuti speciali devono essere accompagnati da un Formulario di Identificazione Rifiuti (FIR)

Alcune tipologie di produttori di questo tipo di rifiuti speciali pericolosi sono:

  • Studi medici

  • Dentisti

  • Estetiste

  • Tatuatori

  • Case di riposo / Ospedali / Cliniche / Poliambulatori / Cliniche private

  • etc

Per aiutarti a fare chiarezza alcune tipologie di rifiuti possono essere:

  • aghi e siringhe

  • Garze

  • Guanti

  • Lamette

  • Mascherine

  • DPI (Dispositivi Protezione Individuale)

  • Etc

Prenota subito una consulenza gratuita di un nostro specialista